domenica 29 giugno 2014

Spatzle di ceci con verdurine al profumo di lavanda.

Se nella ricetta delle zucchine in carpione abbiamo voluto presentarvi un antipasto tipicamente piemontese, oggi ci dedicheremo ad un primo piatto creato apposta per la raccolta di ricette "Voglia di...orto in tavola".
Gli spatzle sono gnocchetti di farina di grano tenero originari della Germania meridionale e diffusissimi anche in Trentino e Tirolo. Io li ho mangiati per la prima volta ad Innsbruck ed è stato un colpo di fulmine: li adoro!!
Oggi apporteremo qualche modifica vegan alla ricetta originale; useremo l'acqua e non il latte, elimineremo le uova e aggiungeremo alla farina 0 la farina di ceci. Poi, una volta cotti gli gnocchetti, andremo a condire con verdure e lavanda: le prime rigorosamente provenienti dall'orto di mio suocero, la seconda dal nostro balcone!!! 
 
 
Tutti gli spatzle, indipendentemente dagli ingredienti con cui sono fatti, hanno una caratteristica forma a goccia che si ottiene con un apposito attrezzo chiamato "spatzlehobel": una specie di grattugia formata da una base bucherellata sulla quale scorre un recipiente contenente l’impasto che viene fatto scorrere avanti e indietro come se fosse un carrellino.
 
 
L’impasto cola attraverso i buchi e viene tagliato dal carrellino, le gocce cadono nell’acqua bollente e riemergono in superficie quando sono cotte.
 
INGREDIENTI (5 persone)
250 g di farina 0
250 g di farina di ceci
250 g di piselli
250 g di carote
250 g di zucchine medio-piccole
mezza cipolla di Tropea grande
3 spighe di lavanda
olio evo q.b.
sale q.b.
 
PROCEDIMENTO
Per il condimento: lavate e spuntate le zucchine poi dividetele in due o tre parti più o meno uguali; ciascuna parte tagliatela a fette e ciascuna fetta a fiammifero. Lo stesso fate per le carote che andranno pelate, sciacquate sotto l'acqua corrente e tagliate come le zucchine.
I piselli, se freschi, andranno tolti dai loro baccelli; la cipolla e la lavanda andranno tritate finemente.
 
 
A questo punto fate soffriggere la cipolla suddividendola in tre padelle distinte, poi aggiungete le verdure, sempre tenendole separate.
Fate cuocere le verdure a fuoco basso, salate, mescolate di tanto in tanto e, se necessario, aiutate la cottura aggiungendo un mestolo d'acqua calda.
Spegnete a cottura ultimata e mettete da parte.
Per gli spatzle: versate in una ciotola capiente la farina 0 e la farina di ceci poi, con un cucchiaio, mescolate bene le due farine.
Aggiungete due cucchiaini rasi di sale e, poco per volta, l'acqua (avendo cura di mescolare in continuazione con l'apposita frusta per amalgamare tutti gli ingredienti e raggiungere una consistenza "collosa").
 
 
Mettete a bollire una pentola di acqua e quando bolle salatela. Prendete l'apposito attrezzo per spatzle (lo spatzlehobel), posizionatelo sulla pentola dell'acqua e riempitelo di impasto poi fate fuoriuscire gli gnocchetti facendo scorrere avanti e indietro l'apposito carrellino; gli spatzle sono cotti quando vengono a galla.

 
Una volta cotti tutti gli gnocchetti scolateli e fateli saltare in pentola insieme alle verdure.
Impiattate, spolverate con la lavanda tritata e servite subito!!!


Con questa ricetta, prettamente vegana, partecipo alla raccolta di ricette rinvenibile sul sito Oggi Pane e Salame, domani..., una raccolta di ricette che non poteva non fare al caso nostro: "Voglia di...orto in tavola".
In bocca al lupo.

Elena